* Dettagli Torrent   globale  | Commenti (0) 


- Giorno della Memoria al Conservatorio di Milano [Mpeg2 Ita Mp3] [Tntvi -


Download via torrent:
                 
Categoria bittorrent DVDrip
Descrizione
Giornata della memoria al Conservatorio di Milano

Visit this info link: Link

Visit this info link: Link






Il Conservatorio di Milano e l\'associazione Figli della Shoah celebrano insieme a centinaia di studenti il sesto Giorno della Memoria. Nell\'occasione si é tenuto un concerto con musiche di Ernest Bloch (Three pictures of chassidic life per violino e pianoforte), Mario Castelnuovo Tedesco (Concerto op.93 per arpa e orchestra da camera), Hans Kràsa (Kammermusik per clavicembalo e sette strumenti).




Nedo Fiano, deportato e unico sopravvissuto della sua famiglia, porta la sua drammatica e commossa testimonianza.



VI° GIORNO DELLA MEMORIA - 27 GENNAIO 2006

Per la sesta volta il Conservatorio e l\'Associazione \"Figli della Shoah\" sono riuniti nella celebrazione del Giorno della Memoria\".

Verranno eseguite musiche di Viktor Ullmann (Tre cori per voci bianche), Gideon Klein (Bachuri lean tisa), Zikmund Schul (Ki tavou el ha\'aretz), Ernest Bloch (Simchat Torah, da “Three pictures of chassidic life” per violino e pianoforte), Joseph Achron (Hebrew Melody per violino e pianoforte ), Mario Castelnuovo Tedesco (Concerto op.93 per arpa e orchestra da camera), Hans Kràsa (Kammermusik per clavicembalo e sette strumenti).

Il coro di voci bianche “Vladimir Delman” è preparato dai maestri Davide Gualtieri e Emilio Piffaretti, l’ensemble “Hans Kràsa” del Conservatorio, formato da studenti delle classi di Esercitazioni orchestrali dei maestri F. Monica e A. Monetti, sarà diretto da Andrea Raffanini, studente del corso superiore di Direzione d’Orchestra; i duo violino e pianoforte (Sara Cucuzzella, Francesca Dego e Francesca Leonardi) sono preparati rispettivamente dalla Prof.ssa Giovanna Polacco e dal M° Daniele Gay, l’arpista Giovanna Di Lecce è allieva della Prof.ssa A. Palombini, la clavicembalista Francesca Arrivabene della Prof.ssa Mariolina Porrà.


IL GIORNO DELLA MEMORIA

Molti, soprattutto tra gli studenti, si saranno chiesti a che serve ricordare ogni anno i tremendi avvenimenti di oltre sessanta anni fa. Si può rispondere citando, anche se non alla lettera, quello che il presidente dell’Associazione “Figli della Shoah”, Marco Szulc, ha detto presentando la mostra “I Sommersi e i salvati” a Palazzo Reale: “in quell’epoca, in Europa, la gente era divisa in quattro categorie, le vittime, i carnefici, coloro che hanno rischiato per salvare i perseguitati e coloro che, vivendo chiusi nel proprio mondo e nei propri problemi, non hanno saputo, o non hanno rischiato, o non hanno capito, o anche non hanno creduto che potesse davvero succedere qualcosa di simile. Se meno gente avesse fatto parte di quest’ultima categoria, noi oggi non saremmo qui a piangere sei milioni di morti, di cui un milione e mezzo bambini.

Ecco perché è stato istituito il “Giorno della Memoria”; per aiutare tutti, ma soprattutto i giovani, a tenere sveglie le coscienze, ad insegnare a non cedere al conformismo, alle frasi fatte di chi vuole, addormentando il nostro senso morale, renderci complici prima di semplici battute pseudo umoristiche o generalizzazioni, poi di insulti, di piccole angherie, che se lasciate impunite possono diventare grandi, fino ad arrivare al vilipendio, alla esclusione, alla persecuzione, infine al dramma.
E questo potrebbe avvenire, e purtroppo in molti casi ancora avviene, nei confronti di tutti: Ebrei, Cristiani, Musulmani, Testimoni di Geova, Neri, Zingari, Extracomunitari....


LA TESTIMONIANZA

Il 27 gennaio è però il Giorno della Memoria della Shoah, cioè dell’omicidio di massa più terribile che la storia ricordi perché pianificato freddamente, a tavolino, per anni, burocratizzato fino all’inverosimile proprio per renderlo “normale” e “accettabile” alla gente comune: ma, per fortuna, non tutti hanno accettato questa terrificante “normalità” dell’orrore, e per questo, grazie ai “Giusti”, che hanno aiutato, nascosto, salvato dei loro simili anche a rischio della propria vita, è possibile raccontare e ricordare, e liberamente ascoltare.

Così come è importante continuare a perseguire penalmente questi crimini, perché la coscienza non deve mai venire meno, e l’alibi dell’obbedienza agli ordini dati dall’alto non deve, mai, essere usato per giustificare crimini orrendi, ordini ai quali qualsiasi uomo, anche se in uniforme, ha il dovere di ribellarsi a qualsiasi prezzo.
Di questo aspetto ci parlerà un magistrato, il Dott. Bartolomeo Costantini, che si è occupato e tuttora si occupa dei processi relativi ai crimini di guerra commessi nel Nord Italia e, in particolare, di quello al cosiddetto “boia di Bolzano”.

Ed è di fondamentale importanza il racconto del Sopravvissuto, del Testimone. Per molti, troppi anni gli ex internati hanno taciuto, timorosi di non essere creduti, sopraffatti dallo stesso orrore dei ricordi. Capofila di chi ha avuto il coraggio di ripercorrere il proprio cammino nell’abisso è stato Primo Levi, e in seguito pian piano anche gli altri hanno cominciato a raccontare, affinché noi tutti sappiamo dalla viva voce di chi c’era, che tutto ciò È STATO, È REALMENTE ACCADUTO.
Il nostro compito è quello di accogliere la testimonianza con il rispetto e l’ammirazione per chi, come Nedo Fiano che torna tra noi anche quest’anno, ha la forza e il coraggio di ritrovare ogni volta le parole per descriverci la propria esperienza tremenda e la propria sofferenza, e di serbarne il ricordo per trasmetterlo agli altri.


LA MUSICA

Perché inoltre, celebrare questo Giorno con la Musica? Perché la musica è linguaggio compreso da tutti, e che può unire chi la ama più di quanto possa tutto il resto dividere (chi ha visto il film di Polanski “il Pianista” ricorderà la scena in cui il protagonista suona per l’ufficiale tedesco, che gli salva la vita), ma anche perché la musica è stata soffocata, strumentalizzata ed usata dalla tirannia nazista, i compositori perseguitati, i musicisti ebrei costretti a suonare per accompagnare alla morte i loro compagni di sventura nei campi di sterminio.

Abbiamo scelto, quest’ anno, di eseguire in gran parte musiche scritte prima che la persecuzione razzista arrivasse anche nei paesi alleati della Germania hitleriana, quando i compositori godevano ancora della libertà e di una discreta fama. Ernest Bloch, nato e cresciuto in Svizzera ma cittadino statunitense, lasciò l’Europa nel 1939, le leggi razziali italiane costrinsero Castelnuovo Tedesco all’esilio, e la furia nazista, dopo la deportazione a Terezin, annientò Kràsa ad Auschwitz. I tre brevi brani corali, su testo ebraico traslitterato dal compositore stesso, sono invece stati composti nel Ghetto di Terezin, e fanno parte delle opere create per il coro formato dai piccoli internati del campo.


IL CONSERVATORIO

Il Conservatorio di Milano è il più grande Istituto di formazione musicale in Italia. Fa parte del sistema dell\'Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM), parallelo a quello universitario, cui lo studente accede con la maturità e previo accertamento delle competenze musicali acquisite. Conduce a diplomi accademici di primo e secondo livello, equivalenti alle lauree universitarie triennale e quinquennale. Il Conservatorio tuttavia continua ad accogliere studenti delle fasce d\'età più giovani, opportunamente selezionati in base alle loro attitudini e capacità. Per la fascia corrispondente alla scuola secondaria superiore offre anche uno specifico liceo musicale sperimentale e per i ragazzi in età della scuola secondaria inferiore è convenzionato con una scuola media vicina.
Il Conservatorio è sede, oltre che dei corsi istituzionali, di una ricca gamma di iniziative culturali (masterclass, seminari, orchestre, concerti in sede e fuori), ed ospita nelle sue sale la maggior parte delle stagioni concertistiche della città. Offre quindi allo studente l\'opportunità di una immersione totale nella vita musicale, ricca di stimoli e di valenze formative.
Il considerevole numero di studenti stranieri, comunitari ed extra-comunitari, e l\'intensificarsi degli scambi internazionali, come il programma Erasmus, testimoniano l\'inserimento del Conservatorio di Milano nel circuito della formazione musicale a livello europeo e internazionale.


L’ASSOCIAZIONE

L’Associazione Figli della Shoah, costituita da Ebrei sopravvissuti alla deportazione, familiari e simpatizzanti ha ormai raggiunto rilevanza nazionale. Ne fanno parte volontari che si impegnano affinché non venga dimenticato l’orrore della Shoah, lo sterminio di sei milioni di esseri umani, annientati sia fisicamente che psicologicamente per la sola colpa di esistere. Tra i vari progetti condotti con successo dall’Associazione va ricordata la campagna di sensibilizzazione per l’approvazione della Legge che ha stabilito nella giornata del 27 gennaio la data annuale celebrativa del Giorno della Memoria a partire dal 2001; la presentazione in anteprima a Roma, davanti al Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, del film prodotto da Steven Spielberg, Gli ultimi giorni, distribuito poi nelle scuole. Numerosi sono gli incontri con i Sopravvissuti, i seminari e i dibattiti organizzati nelle maggiori città italiane. E’ stato inoltre istituito un concorso annuale per le migliori tesi di laurea sulla Shoah.
Da alcuni anni l’impegno dell’Associazione si concretizza con successo nelle mostre rivolte al grande pubblico e alle scuole – Anna Frank al Castello Sforzesco di Milano (2000); Per non dimenticare la Shoah (2001), Memoria: dalle leggi antiebraiche alla Liberazione – Milano Auschwitz, Venezia (2002); Memoria: i Sommersi e i Salvati (2003), Shoah - L’Infanzia negata (2004); Binario 21 (2005) a Palazzo Reale di Milano – che hanno fatto confluire migliaia di visitatori.


   

   


AVI File Details
========================================
Name..........: Giornata della Memoria al Conservatorio di Milano.mpg
Filesize......: 4,6GB
Runtime.....: 2:04:04

Video Codec...: MPEG2
Video Bitrate.: 7.4Mbps
Frame Size....: 720x576(4:3)
Frame Rate....: 25fps

Audio Bitrate.: 384Kbps
Audio Freq....: 48KHz
Audio Channels: Stereo

Visit http://www.tntvillage.scambioetico.org/
Info: Per scaricare devi usare un client come uTorrent, o Azureus
AnnounceURL
http://tracker.tntvillage.scambioetico.org:2710/announce
Hash 90105aff5d7bde5e1beb33342d30ae45fbb1ea26
Peers seeds: 2 , leech: 1
Size 4.28 GB
Completato 0x
Aggiunto 02.11.09 - 10:11:36
Uploader   darayava
Votazione (Voti: 0)


Condividi questo bittorrent:


html/blog:


bbcode/forum:


Tramite bookmarks:



Aggiungi Commento