* Dettagli Torrent   globale  | Commenti (0) 


- [PSP - Eur - Multi5] Metal Gear Solid Peace Walker [TNTvillage] -


Download via torrent:
                 
Categoria bittorrent PlayStation
Descrizione
Metal Gear Solid: Peace Walker  







Quante volte, in vita vostra, vi è capitato di sentire quelle barzellette tutte uguali, che già facevano ridere poco alla prima volta che le avete ascoltato, figurarsi quando ormai le conoscevate come le vostre tasche?
Ma sì, quelle che iniziavano con frasi come “ci sono un tedesco, un inglese e un italiano”, oppure “un milanese, un bolognese e un pugliese” o robe simili. Che noia, vero?
La peggiore, secondo chi scrive, era però quella con l’incipit che recitava “quanti carabinieri ci vogliono per…”, non perché abbia parenti nell’arma, ma quelle erano davvero le più abusate.
Stavolta, però, ve la voglio fare io una domanda simile, ma credetemi, non è mia intenzione tediarvi con una freddura vecchia come il cucco: quanti geni ci vogliono per produrre uno dei migliori titoli degli ultimi dieci anni?
Risposta: uno solo. Hideo Kojima.

Il camminatore della pace
Questo in gergo si chiama “spoiler”, perché avrete capito, già dal primo paragrafo di questa recensione, che abbiamo tra le mani un titolo per molti versi epocale, ma d’altronde, con l’hype che il Kojima Team ha sapientemente creato attorno al gioco, sono sicuro che la maggioranza di voi ha già snocciolato il tabellino con i voti prima di leggere una sola riga. E allora, sarebbe come chiudere la stalla con i buoi già scappati. Riavvolgiamo il nastro per un secondo: allo scorso E3, fu mostrato al mondo un breve video in game che mostrava non uno, ma ben quattro (!!) Snake diversi, fianco a fianco, pronti a dare battaglia in una località caraibica. Un po’ poco per sbilanciarsi, eppure la critica e i fan andarono in brodo di giuggiole al solo pensiero di vestire nuovamente i panni di Snake dopo le gesta di Portable Ops. Eccoci qua: un anno dopo, con la nostra copia di Metal Gear Solid Peace Walker tra le mani. Avviato il gioco, che ci darà una triplice possibilità di scelta riguardo all’installazione su memory stick (nessuna installazione, installazione minima o installazione massima), potremo settare il sistema di controllo tra tre impostazioni predefinite e ugualmente funzionali, anche chi vi scrive ha optato per quella denominata “Azione”, non dissimile dalla mappatura di comandi della precedente, ottima avventura portatile del Serpente: con questa ci muoveremo usando l’analogico, ruoteremo la visuale a piacimento con i tasti direzionali e i comandi di gioco “attivi”, come il tasto azione o quello per attaccare saranno invece adibiti ai frontali, con l’accoppiata dorsale sinistro più cerchio per il menu degli oggetti e dorsale destro più cerchio per quello delle armi. Non propriamente il massimo della comodità, ma si sa, questa è la PSP. Tempo venti minuti di gioco, comunque e ci avrete fatto l’abitudine. Venti minuti di gioco effettivo, che, tradotto in kojimese vuol dire un’ora buona di gioco nel mondo reale: l’introduzione al mondo di Snake, ai personaggi, alla storia, infatti, prenderà il suo tempo, e non vi lascerà indifferenti. I fatti: dopo lo scontro con Big Boss che ha fatto calare il sipario sulle vicende di Snake Eater, Snake si è spostato in Costa Rica, un paese pacifico e pacifista, visto che, per costituzione, non dispone di un esercito regolare. In una sera di pioggia battente, Snake riceve una visita insolita: un professore universitario bussa alla sua porta, in compagnia di una giovane donna, richiedendo l’aiuto dei “Militaires Sans Frontieres”, il nuovo gruppo armato di mercenari che fa capo al nostro eroe, per fronteggiare quella che si presenta come un’invasione militare in pompa magna, dietro la quale sembra esserci la CIA. Nonostante gli venga offerta una intera piattaforma a largo dell’Oceano Atlantico, sulle prime Snake rifiuta, perché sente odore di bruciato: in effetti la storia che gli viene propinata è vera solo in parte, e il cosiddetto “professore” ha anche omesso di dire di essere un agente segreto del KGB, i temibili servizi di spionaggio russi. Ma a far saltare il banco una registrazione, una voce in un “avveniristico” registratore, sottratto dalla giovane donna ai militari della CIA, un fruscio indistinto. Big Boss. Non aggiungeremo altro, ma vi basti sapere che lo sviluppo della trama non ha nulla da invidiare a quello dei capitoli più blasonati usciti per home console.

[Cut]

Commento Finale
Se avete una PSP, non potete non possedere questo titolo. Se non avete una PSP, è tempo di rompere il salvadanaio. Se avete una PSP e avevate già intenzione di comprarlo, affrettatevi, perché ogni minuto passato a NON giocare Metal Gear Solid Peace Walker è un minuto perso per un possessore della console portatile Sony. Sbilanciarsi in confronti tra questo e altri capitoli della saga all’infuori di Portable OPS non avrebbe senso, viste le diverse caratteristiche delle console ospiti, ma credeteci se vi diciamo che è sicuramente uno dei più validi membri di questa magnifica serie, una delle opere più riuscite del maestro Kojima e, forse, il miglior titolo fin qui uscito su PlaystationPortable nei suoi ormai quasi cinque anni di vita. Must assoluto, che non raggiunge il voto massimo solo per l’assenza dell’online e per qualche svolazzo di troppo della telecamera. Ma chiamarli peli nell’uovo sarebbe riduttivo.

>Si ringrazia per la recensione www.spaziogames.it<



As of this moment -- as I sit typing on my keyboard -- I'm 35 hours into Metal Gear Solid: Peace Walker, and the game only has more to show me. I beat the story at the 17-hour mark or so, but with more than 100 Extra Ops serving as mini-games/challenges, my own Metal Gear to mold and customize, a platoon of 350 soldiers, dozens of hands-off Outer Ops missions to send troops out on and so much more, I don't know when I'll put this game down. Metal Gear Solid: Peace Walker is probably the biggest game in the Metal Gear series, and it's only on Sony's smallest system. Metal Gear Solid: Peace Walker picks up the story of Naked Snake (AKA Big Boss) after the events of Metal Gear Solid 3: Snake Eater and Metal Gear Solid: Portable Ops. It's 1974, and Snake's a bit disenchanted. After killing his "traitorous" mentor the Boss in Metal Gear Solid 3, Snake left the United States and founded Militaires Sans Frontieres, or soldiers without borders, a militia of sorts that takes on causes and missions for those who need their help. Soon, a professor and student show up begging for assistance. It seems that the CIA has invaded Costa Rica, and seeing as how the country doesn't have a military, the duo needs MSF to step in and set things right. Snake balks at the offer, but when the professor plays a tape that seemingly proves the Boss is alive, MSF takes the contract. This conversation, which is pretty much one cutscene, sets up one of the Metal Gear franchise's best stories. One of the most common complaints about Metal Gear games is the convoluted stories. Who are the Patriots? Who's related to whom? What the hell is happening? Peace Walker doesn't go down that path. Snake takes this mission to find out if the Boss is alive. This is a man who is still visibly shaken over the events of Snake Eater. He loved this woman but had to kill her for his country. He's jaded, hurt and angry. He openly cries about what happened and needs to know what drove his mentor to work with the Soviets. That's your motivation in this game. Sure, Snake wants to stop a Metal Gear from launching a nuke and killing millions, but he really wants to answer the questions that have plagued him since that epic battle in the field of lilies. This plays out in traditional, third-person Metal Gear gameplay. You'll take Snake though jungles and riverbeds while popping bad guys with tranquilizer darts or bullets. You can crouch so that you can slowly and stealthily make your way through levels, hold up bad guys, choke opponents out, and so on. As always, this is a stealth game, so your goal is to complete the mission objective without being seen or heard. If the guards get wind of you, they'll go on alert, call in backup, and make your life miserable. Of course, it's not entirely the same old – but awesome – thing here. Snake's still packing his close quarters combat moves, but I found them easier and more useful than ever in Peace Walker. When you can execute a CQC action, you just hold the right shoulder button and latch onto the opponent with a sleeper hold. From here, you can threaten him with a stun rod or use the new throw move to hURL him into walls (an instant knockout) or into other people. If there are others around, you can chain your CQC moves together with a timed button press for rad combination animations where Snake flips dudes and disarms them. As I've already written about, this game is huge. You're building MSF in this game – creating the infamous stronghold known as Outer Heaven that Solid Snake will have to destroy in the original Metal Gear – so another tweak on gameplay this time around is having to capture enemies to fill out your squadron. In Portable Ops, you did this in a way – knock guys out, drag them to your truck, and they'd be available to play with – but here, it's streamlined. You knock the guy out, hook him up to a Fulton balloon, and a helicopter snatches him out of the sky while you continue on the mission. This is beyond addictive. Even when my squad was teeming with people, I'd go out of my way to capture everyone I could, which includes hidden POWs in every level.

[Cut]

Closing Comment
Here’s the thing – I could write another nine pages on Metal Gear Solid: Peace Walker. I could do it with ease. From the missions that have you listening to bird calls to the missions that have you taking photos of ghosts to missions that have you holding people up with bananas, this game is insanely deep. It’s crazy and I want to go on and on about every little thing, but there’s no reason for me to sit here and spoil it for you. Metal Gear Solid: Peace Walker is awesome and you need to play it. It’s not perfect, as the co-op is nearly mandatory in some spots and I could’ve done with a better “how to guide,” but this game is a masterpiece. Not only is it in the running for the title of greatest game ever on the PSP, Metal Gear Solid: Peace Walker is one of the greatest games in the entire Metal Gear franchise.

>English review by www.ign.com<










Size: 1.37 GB
Lang: Italian, English, French, Spanish and German
Ver: EUR
Genre: Action
Made by: Konami
Release Date: 18 June 2010
Tested on a PSP with CFW 5.50 Prometheus v3






Visit http://www.tntvillage.scambioetico.org/
Info: Per scaricare devi usare un client come uTorrent, o Azureus
AnnounceURL
http://tracker.tntvillage.scambioetico.org:2710/announce
Hash 838f0ce7ad0ef697598f7fab3e8a7681ee02f2c3
Peers seeds: 21 , leech: 31
Size 1.37 GB
Completato 293x
Aggiunto 08.01.11 - 15:01:45
Uploader   Mattrix93
Votazione (Voti: 0)


Condividi questo bittorrent:


html/blog:


bbcode/forum:


Tramite bookmarks:



Aggiungi Commento