* Dettagli Torrent   globale  | Commenti (0) 


- Keith Jarrett - My Song -


Download via torrent:
                 
Categoria bittorrent Musica
Descrizione
Keith Jarrett - My Song


[center][/center]

[center][/center]

[center][/center]


Artist Keith Jarrett
Album My Song
Recorded: Talent Studios, Oslo, Norway, October 31, November 1, 1977
Number of CD: 1
Label: ECM 1115
Genre: Jazz
Styles: Post-Bop, Jazz Instrument
Source: Original CD
Size Torrent: 292 Mb
Scan Included


Extractor: EAC 0.99 prebeta 4
Read mode               : Secure
Utilize accurate stream : Yes
Defeat audio cache      : Yes
Make use of C2 pointers : No
Codec: Flac 1.2.1;  Level 8  
Single File.flac, Eac.log,
File.cue Multiple wav file with Gaps (Noncompliant)
Accurately ripped (confidence 12-13 )


Track list

Questar
My Song
Tabarka
Country
Mandala
The Journey Hom

Composed by Keith Jarrett


Personnel:

Keith Jarrett piano, percussion
Jan Garbarek tenor and soprano saxophones
Palle Danielsson bass
Jon Christensen drums


Listen to sample
http://www.amazon.com/gp/recsradio/radio/B00002621P/ref=pd_krex_dp_a

video
http://www.youtube.com/watch?v=HhHE2GZ9A-g&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=Tn5r6KscagM

http://www.youtube.com/watch?v=PdbBgjLv1s8&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=gwdphGC8MlM


review

Questo disco controverso che, ai tempi della sua pubblicazione, fu liquidato superficialmente da parte della critica jazz come commerciale e patinato (critica vera solo parzialmente), si è rivelato col tempo più consistente del previsto e per nulla datato. Occorre ricordare che allora imperava nella critica jazz la moda della cosiddetta musica creativa, caratterizzata da un eccesso di intellettualismo e di forzata ricerca musicale che alla lunga si è rivelata invece molto più sterile ed ininfluente di questa musica, che manifesta invece radici ben più solide e popolari, pur essendo in definitiva anch’essa “originale”. In realtà l’incisione può essere considerata come la più rappresentativa e calibrata tra quelle prodotte dal cosiddetto “quartetto europeo”. Jarrett, in quel periodo sotto contratto anche con la Impulse americana, costituì il gruppo anche in funzione delle esigenze commerciali della tedesca ECM, tuttavia l’occasione gli permise di sviluppare, con alcuni tra i migliori musicisti europei allora emergenti, aspetti musicali meno arditi, ma in qualche modo alternativi e meno vicini alla sensibilità artistica dei suoi partners d’oltre oceano, nell’ambito del cosiddetto “quartetto americano”. D’altronde Jarrett in quegli anni si “vendeva bene” ed era musicalmente e creativamente parlando un fiume in piena da sfruttare.

Le ragioni dell’inattesa tenuta di questa musica sono diverse e comunque da ricercarsi principalmente nello sviluppo delle successive tendenze musicali. In particolare il disco, presentando elementi di sintesi tra, jazz, blues, country-folk ecc. si dirige tra i primi verso quell’abbattimento delle barriere stilistiche tipico del ventennio successivo, dovuto anche al rapido sviluppo dei mezzi di comunicazione su scala interplanetaria e al conseguente scambio culturale che ne è derivato. Inoltre l’incisione fece da riferimento, nelle atmosfere, a molta di quella “home music” che spopolò negli anni ’80, riferendoci in particolare a figure di grande successo commerciale quali Pat Metheny e gruppi come gli Oregon di Ralph Towner. Buon ultimo occorre considerare anche l’inconfondibile stile del gruppo, caratterizzato da un “suono” riconoscibile sin dalle prime battute di qualunque sua incisione.

Ma entriamo nel dettaglio della seduta d’incisione. Questar, fa da apertura con una melodia ariosa, sviluppata magnificamente dal quartetto che risulta compatto e che “funziona” come un orologio. Jarrett riversa qui tutto il suo carisma e la sua personalità musicale, da vero leader. My Song, checché se ne dica, è un bellissimo tema, anche se poco jazzistico e un tantino sdolcinato, che d’altronde permette a Jarrett e Garbarek di sfruttare al meglio le relative doti melodiche. Tabarka è un brano che ricorda felicemente le atmosfere di “Death and the flower”, uno dei dischi più riusciti del quartetto americano e che più si avvicina agli stilemi sviluppati da Jarrett nell’ambito del quartetto europeo.

Country è probabilmente il brano diventato più famoso in Italia, visto che è utilizzato come sigla da Radio Rai, che meglio di altri mostra le radici americane “bianche” proprie del bagaglio culturale di Jarrett. Mandala, nel lodevole tentativo di diversificare l’atmosfera generale della seduta, risulta invece poco riuscito e un po’ fuori tema. Infine segnalo che in The Journey home (dal titolo premonitore) è contenuta, in coda al brano, l’improvvisazione su blues più ispirata e originale tra le non moltissime da lui incise (parere personale ovviamente). Ci sono jazzisti, anche neroamericani, che nella loro carriera non sono riusciti a produrre nemmeno un chorus del livello di questo assolo su blues è che tuttavia godono di più rispetto dalla critica jazz. Qualcuno dovrà prima o poi spiegarci questo mistero artistico.
Info: Per scaricare devi usare un client come uTorrent, o Azureus
AnnounceURL
http://tracker.tntvillage.scambioetico.org:2710/announce
Hash 1f1b48fd693b413e6a738fb552fe95d407fa56a8
Peers seeds: 64 , leech: 42
Size 292.09 MB
Completato 155x
Aggiunto 15.01.11 - 09:01:52
Uploader   ultimafrontiera
Votazione (Voti: 1)


Condividi questo bittorrent:


html/blog:


bbcode/forum:


Tramite bookmarks:



Aggiungi Commento