* Dettagli Torrent   globale  | Commenti (0) 


- (JazzPlanet) Bobby Hutcherson - Wise One (Eac Flac Cue)(UF)(TNT) -


Download via torrent:
                 
Categoria bittorrent Musica
Descrizione

Bobby Hutcherson - Wise One










Artist: Bobby Hutcherson
Title: Wise One
Genre: Jazz
Style: Post-Bop
Audio CD (September 29, 2009)
Original Release Date: 2009
Number of Discs: 1
Label: Kind Of Blue
Source: Original CD


Extractor: EAC 0.99 prebeta 4
Used drive: HL-DT-STDVDRAM GSA-E10L
Read mode               : Secure
Utilize accurate stream : Yes
Defeat audio cache      : Yes
Make use of C2 pointers : No
Codec: Flac 1.2.1;  Level 8  
Single File.flac, Eac.log,
File.cue Multiple wav file with Gaps (Noncompliant)
Accurately ripped (confidence 2)
Size Torrent: 309 Mb
Scan Incluse


TrackList:

1. Wise One
2. Like Sonny
3. Aisha
4. Equinox
5. All Or Nothing At All
6. Nancy (With The Laughing Face)
7. Spiritual
8. Out Of This World
9. Dear Lord


Personnel:

Bobby Hutcherson: vibes

Anthony Wilson: guitar
Joe Gilman: piano
Glenn Richman: bass
Eddie Marshall: drums




Listen to samples

http://www.allmusic.com/album/r1663720


Biography

Nato a Los Angeles nel 1941, Bobby Hutcherson ha studiato sia il pianoforte che le percussioni, prima di scegliere il vibrafono e di farlo il suo principale strumento.
Le sue uniche lezioni sul vibrafono gli furono date da Dave Pike, grande vibrafonista di Detroit, che si era trasferito in quel momento in California per suonare con il pianista Paul Bley.
Hutcherson è profondamente californiano nell’atteggiamento professionale e nella curiosità. Infatti, suona praticamente con tutti senza curarsi dello stile e così a ventidue anni ,quando si trasferisce a New York, ha già un’esperienza da veterano.

Il suo fraseggio è ricco e profondamente pianistico e percussivo allo stesso tempo. I suoi simili sono evidentemente Herbie Hancock e McCoy Tyner, che in quel momento sono rispettivamente il pianista di Miles Davis e quello di John Coltrane.
C’è abbastanza perché tutti lo chiamino a suonare ed incidere con loro: Jackie McLean, Charles Tolliver, Archie Shepp, Eric Dolphy (“Out Of Lunch”), Andrei Hill, Tony Williams, Grant Green e così via.
Hutcherson decide così di viaggiare fra le due coste e questo diversifica un po’ la sua produzione. Infatti, in California i suoi compagni sono più lirici (John Handy, Harold Land), mentre a New York suona in contesti più duri che spesso sconfinano dal ‘modale’, che lui predilige, al ‘free’.
Il suo solismo è eseguito con due battenti di media durezza, mentre armonizza dietro i solisti a quattro battenti, in maniera del tutto simile ai pianisti citati.

La produzione per la Blue Note, che lo tiene sotto contratto per quindici anni dal 1962 al 1977, è strepitosa; anche perché nei suoi dischi appaiono tutti i più grandi solisti suoi coetanei.
Ed il repertorio è composto interamente da originali o dello stesso Hutcherson oppure dei suoi compagni di viaggio: Joe Chambers, Harold Land, Stanley Cowell, Hancock, Chick Corea eccetera.
Sono gli anni caldi della protesta nero-americana e del Vietnam ed Hutcherson viene spesso opposto a Gary Burton che con la sua “fusione” acustica ed il suo abbigliamento da ‘figlio dei fiori’ è più popolare e vende di più.
Hutcherson ironizza con orgoglio: “E’ più difficile suonare a due battenti che a quattro…..” In realtà, i due si somigliano in alcune cose. Per esempio, nell’inseguimento di brani originali che portino a strutture e tecniche d’improvvisazione diverse dal bebop storico.
Li separano l’amore per strumenti diversi ed ovviamente l’estrazione culturale. Burton stravede per la chitarra che è uno strumento molto simile al vibrafono nell’estensione e nella dinamica e che risuona un’ottava sotto.
Mentre Hutcherson ama suonare nel classico quintetto hard bop: tromba, sassofono, piano, contrabbasso e batteria, dove il vibrafono si aggiunge o prende il posto della tromba.

Finito il contratto con la Blue Note, Hutcherson viene scritturato brevemente dalla Columbia. Sembra l’occasione per una fama planetaria, ma la ricchezza della produzione non cambia il prodotto del vibrafonista che è profondamente fedele a sé stesso: la sua musica è identica a quella registrata per la Blue Note.
Rientrato nell’ambito di una produzione più modesta – verrebbe da dire più jazzistica….- , Hutcherson prova dire la sua in due nuove direzioni: adottando gli standards e provando a riempire il vuoto lasciato dalla morte di Cal Tjader, ovvero, cercando di legare il jazz alla musica latino-americana. Il che gli fa usare estesamente la marimba negli studi  d’incisione.

Hutcherson è uno straordinario musicista e, pertanto, anche questo cambio di direzione è fatto benissimo, ma, curiosamente, ciò lo porta ad assomigliare al padre dell’ “acid” jazz: Roy Ayers, cioè ad un vibrafonista suo concittadino, nato qualche mese prima.
Ma è solo una constatazione momentanea, perché Hutcherson riprende il suo vecchio discorso e, soprattutto, si lega in maniera definitiva a McCoy Tyner. E questo è un rapporto vincente per ambedue. Ormai, in Europa, siamo abituati a vederli suonare insieme ed aspettiamo ogni anno che ritornino in duo o in quartetto, riproponendo il loro repertorio dove Thelonious Monk va a braccetto di John Coltrane, l’Africa si ricongiunge al Brasile e c’è comunque spazio per le eleganti ballads di Mahnattan.

reviews

A differenza di Bobby Hutcherson precedente sforzo super morbido per ragioni sentimentali, questo disco è carico di energia e vitalità, ispirato dalla musica di John Coltrane. Hutcherson interpreta la parte di tenore di Coltrane e sax soprano con il suo vibrafono molto gusto, mentre il chitarrista Anthony Wilson aggiunge una nuova dimensione accordale alla musica molto diverso da uno strumento a fiato. Pianista Joe Gilman si sposa perfettamente con i suoi compagni di gruppo, un flessibile, inventiva, ma musicista energico che presta grande profondità allo sfondo, o in tandem con gli strumenti di piombo. batterista California e confratello di lunga data di Hutcherson Eddie Marshall suona bene come sempre, mentre il bassista Glenn Richman è la ruota molto minore noto ma in grado quinto. Il leader è familiare come chiunque con questa musica, essendo un superstite della turbolenta scena jazz anni '60, dove era nel bel mezzo di aiutare a cambiare la musica. Qui si aggiunge gusto straordinario e la precisione di questi originali di Coltrane, e alle norme il sassofonista fatto suo. Forse la più bella di tutte le composizioni di Coltrane è "Saggio", molto ben fatto durante il passaggio, non-tempo, la melodia introduttiva seguita da un samba costante basato mid-section, con la chitarra di Wilson delicatamente sollecitando in poi. "Equinox" di solito è sentito come interpretate da altri in chiave latina, ma qui il quintetto utilizza un ritmo modale tic-tac di swing blues, un pezzo pesante reso più leggero, soprattutto attraverso l'armonia di chitarra grande da Wilson, e Gilman accordi di pianoforte. dono più grande Hutcherson come un vibrafonista è il suo senso di sé, mai overplaying e sapientemente imbrigliare le sue emozioni come la ballata prendere di "Nancy", il tono adattabile sonic egli concepisce durante "spirituale", o una versione facilmente oscillante di "Caro Signore ". Poi di nuovo, la band può saltare collettivamente in quinta marcia con ottimismo brasiliano con base di "Out of This World", "All or Nothing at All", o "Like Sonny", dove una nuova impronta sonora con la strumentazione diversa traspare , virtuosismo e Hutcherson è incontestata. Questa è una gradita aggiunta al catalogo di Bobby Hutcherson, che ha registrato anche alcune date in proprio come leader dalla fine degli anni '70 quando il suo contratto etichetta Blue Note scaduto. E 'certamente il suo massimo sforzo degli ultimi tre decenni, e una testimonianza splendente al mainstream combinato e valori progressisti ha sempre tenuto vicino
Info: Per scaricare devi usare un client come uTorrent, o Azureus
AnnounceURL
http://tracker.tntvillage.scambioetico.org:2710/announce
Hash f1579dbbaeb7ee6599a7c8f26d379adfe8e95f42
Peers seeds: 58 , leech: 8
Size 309.22 MB
Completato 283x
Aggiunto 19.05.11 - 21:05:55
Uploader   ultimafrontiera
Votazione (Voti: 0)


Condividi questo bittorrent:


html/blog:


bbcode/forum:


Tramite bookmarks:



Aggiungi Commento