* Dettagli Torrent   globale  | Commenti (0) 


- Gemitaiz - Lunico compromesso (2013) 320kbps-Mp3-Rap[MT] -


Download via torrent:
                 
Categoria bittorrent Musica
Descrizione
Scheda Album:

Titolo Album: L'unico compromesso
Artista: Gemitaiz
Data di pubblicazione: 28/05/2013
Durata: 62 minuti e 22 secondi
Genere: Rap
Dischi: 1
Tracce: 18
Produttore: 2nd Roof, 3D,Il Tre, Dj Raw, Deleterio, Pk, Mixer T,
Bassi Maestro,The Ceasars, Dj Sine, Frenetik&Orang3
Etichetta: Tanta Roba


Track List:

01- 2013 (ACCENDILA) 02:14
02- Quando mai 02:59
03- Fuori di qua (Out of my way pt.2) 03:29
04- Lo stesso 03:13
05- L’unico compromesso 02:46
06- Pistorius (feat. Madman) 03:59
07- La testa mia 03:20
08- Mondo spaccato 03:16
09- Celebrity 04:16
10- Mettere giù 03:27
11- K-Hole (feat. Salmo) 03:36
12- Ti amo 03:20
13- Occhi di vetro (feat. Ntò) 03:16
14- Collier 04:03
15- Lo faccio bene 03:19
16- Forever True (feat. Ensi & Bassi Maestro) 04:28
17- Winners & Losers (feat. Sercho) 04:01
18- Nevermind (Spegnila) 04:00



Recensione:


Il nuovo album di Gemitaiz è la sua prima prova ufficiale pubblicata dalla Tanta Roba di DJ Harsh e Guè Pequeno. Un disco che segue una lunga serie di mixtape che l’artista romano ha nel tempo regalato agli ascoltatori con generosità. Per lui questo nuovo album rappresenta quindi una tappa importante del suo percorso, un’occasione per rinforzare ancora ciò che di buono aveva fatto. Tuttavia proprio per queste ragioni nel pubblico e negli addetti ai lavori si è creata una certa attesa che ha generato non poche aspettative attorno a Gemitaiz. Così l’artista romano si è trovato ben presto a dover confermare l’ambiguo titolo di “next big thing” del rap nostrano attribuitogli dai più. Un’etichetta che vuol dire poco e niente, ma che se scandita da più voci riesce anche ad avere un certo peso. Non per niente sembra aver condizionato Gemitaiz nella stesura de L’Unico Compromesso. L’album infatti cerca subito, già dall’inizio, di scrollarsi di dosso le eventuali critiche che gli si potrebbero attribuire. Gemitaiz si proclama così coerente con il suo percorso, spiega che la forza di ciò che ha fatto non si è sopita, si promette di dare contenuti validi ai suoi brani. Tutte buone premesse che però fanno parlare il disco di sè stesso, o meglio di come Gemitaiz avrebbe voluto che fosse. Una ridondanza non da poco che occupa l’artista in molte occasioni. Accanto a quest’attitudine quasi difensiva, con l’ascolto attento dell’intero disco, si percepisce poi una certa ripetitività. Gemitaiz cerca di raccontarsi, di mettere a nudo i problemi di un giovane come tanti, tra gioie e dolori, usando tuttavia espressioni simili per dare voce a concetti che variano di poco e che girano attorno a una manciata di temi. A guastare definitivamente il tutto intervengono anche i ritornelli, spesso poco armonici con il pezzo in cui sono inseriti, a volte frutto di logiche difficili da comprendere ( su tutti “Pistorius” e “Mondo Spaccato”). Per fortuna Gemitaiz riesce a risolvere molto con la scelta dei beat. L’Unico Compromesso ha infatti un tappeto sonoro di tutti rispetto, cucito dalle abili mani di produttori come Il Tre, Sine, 3D, The Ceasars, capaci di creare un suono che richiama molto ciò che in America va per la maggiore, seppur con spunti davvero innovativi per il rap italiano. E’ perciò un vero peccato che basi di così buon livello vengano sciupate da scelte poco capibili (i ritornelli) o da testi monotoni e ridondanti. Qualche volta tuttavia Gemitaiz riesce anche a mettere in campo buone intenzioni, specie nel finale del disco. Fatto che accade per lo più in concomitanza con le basi più riuscite, come in “Collier”, “La testa Mia”, “Forever True” e “Winners & Losers”. Brani in cui, a volte anche grazie a qualche ospite d’eccezione, assaporiamo carattere e incisività. Elementi che nella parte centrale del disco invece si vedono solo da lontano con prove difficili da decifrare, come “K-Hole”. Una traccia in cui Gemitaiz collabora con Salmo cercando di fare proprio il lessico macabro e grottesco dell’artista sardo, senza però avere nè la sua forza comunicativa nè la sua abitudine ad un immaginario del genere. Alla fine così Gemitaiz non può che uscirne ridimensionato, anche alla luce della buona strofa di Salmo. Sono proprio questi momenti comunque che pesano nel giudizio di un disco che sulla carta aveva ottime premesse. Non è certo l’approdo alla grande distribuzione però ad aver pregiudicato questo debutto. Probabilmente Gemitaiz da una parte ha subito troppo alcune pressioni che si facevano insistenti, dall’altra non ha saputo creare un lavoro unitario, provando approcci diversi con superficialità, senza riuscire a dare spessore al proprio disco. Per questi motivi non ci si può che dire delusi da un album del genere, anche se in parte i brani finali consolano. Forse manca la maturità giusta, forse non è stato in grado di lavorare serenamente, chi lo sa. Resta il fatto però che un album del genere lascia poche tracce significative. Tanto c’è dunque da rivedere, nonostante alcune qualità che emergono a sprazzi. Speriamo quindi che Gemitaiz parta in futuro da queste per concretizzarle al meglio come di certo può e sa fare.

Info: Per scaricare devi usare un client come uTorrent, o Azureus
AnnounceURL
http://tracker.openbittorrent.com/announce
Hash 90c0c6cf967bd542ee707df6c98713f8c24af68b
Peers seeds: 0 , leech: 0
Size 145.01 MB
Completato 0x
Aggiunto 07.07.13 - 07:07:21
Uploader   goku666
Votazione (Voti: 0)


Condividi questo bittorrent:


html/blog:


bbcode/forum:


Tramite bookmarks:



Aggiungi Commento